Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

THE DIARY OF A DREAMER Longitudini, Latitudini ed eredità de

THE DIARY OF A DREAMER
Longitudini, Latitudini ed eredità delle donne
Dal 24 febbraio al 08 marzo 2024
Fondazione Palmieri via Dei Sotterranei, Lecce

Si inaugura sabato 24 febbraio alle ore 18:30 la mostra d’arte contemporanea “The diary of a dreamer: Longitudini, Latitudini ed eredità delle donne” a cura di Dores Sacquegna. Organizzata da Primo Piano LivinGallery e allestita alla Fondazione Palmieri, la mostra ha il Patrocinio del Comune di Lecce.

La mostra, gli ospiti, le opere

(1994 – 2024) Trenta anni di eventi internazionali e di appuntamenti con l’immaginario femminile, curati da Dores Sacquegna. In questo nuovo evento e in anteprima nazionale, la curatrice presenta il ciclo pittorico dei 12 Volti dell’Eros dell’artista americana Kohlene Hendrickson, la cui ricerca riassume in piccole dosi il pensiero dell’Eros platonico, della Shekhinah e della Kabbalah esoterica. Un viaggio nella materia e nei principi radicali delle relazioni tra il sessuale e il sacro, rivisitati in 12 qualità fondamentali dell’erotico.
Le sue opere hanno ispirato una danzatrice e l’EROS ha portato al film “Un Ritorno all’Eros: L’esperienza radicale di essere pienamente vivi” che sarà proiettato alla presenza della danzatrice e coreografa svizzera Anna Röthlisberger. Verrà presentato anche il libro.
Ispirato dal ciclo pittorico, il m° Alberto Nick Bolettieri, musicista polistrumentista e direttore d’orchestra, eseguirà EroSound, una performance sonora composta da 12 istantanee per ciascuno dei Volti dell’Eros: collabora il pianista Valerio Chetta. Tra gli ospiti, Angela Howell, presidente del WWTS (World Women Talent System). Aperitivo di benvenuto a cura di Contino Azienda Agricola.

Nella mostra in oggetto, sono esposte le opere di artiste e registe internazionali con opere multimediali. Sulle memorie perdute troviamo le opere dell’artista Nancy Barwell, sulla dimensione mistica del Femminino gioca Ines Fugina Malnar, sulla trilogia donna-dea-medusa, rispettivamente le opere di Christel Sobke, Bikkel Artist ed Elizabeth Sher presente anche con due film dai risvolti femministi. Tra coscienza e presenza le opere di Eva Breitfuss, tra percorsi senza fine di Sara McKenzie e viaggi sospesi tra inferno e paradiso le opere di Alexandra De Pihno . Questioni geo-politiche e trash massmediale l’installazione di Margherita Levo Rosenberg. Note musicali emergono dai dipinti di Clotilde Verriès e nella danza di due corpi, emerge il sentimento del limite e del vincolo con Pnina Granirer. Transitorietà e paesaggio con le opere di Dawn Daisley, sculture di Fiber art che onorano la natura con Dena Haden. Resilienza, trasformazione e rinascita spirituale con Verena Schwarz.

La mostra termina con il Finissage, durante la Giornata Mondiale della Donna dell’8 marzo e si svolgerà a partire dalle 18.30 con una Cerimonia d’Arte che coinvolgerà anche artisti locali. Durante la serata saranno proiettati due film sulla vita e le opere di Louise Bourgeois e della sua prima mostra al Guggenheim, grazie alla collaborazione con lo Studio Bourgeois di New York.

Un evento di ARTE TOTALE, che unisce le arti visuali, il cinema, la danza, la musica. Catalogo in mostra e drink welcome di Contino Azienda Agricola.

Kohlene Hendrickson ha studiato Belle Arti alla Otis Parsons School of Design di Los Angeles, dove ha lavorato per dodici anni come illustratrice e art director, per poi ritornare alla pittura, studiando le tecniche dell’ affresco con Frederico Vigil, discendente di Diego Rivera. La sua passione per l’affresco, l’ha spinta in Italia, dove ha scoperto l’encausto, un’altra tecnica antica che utilizza materiali naturali. La sua tecnica è una sperimentazione unica, che combina i materiali di cera d’api, resina, pigmenti e gomma arabica ed esplora la multidimensionalità, l’umano e il cosmico dell’EROS. Ha esposto a livello internazionale, ha vinto numerosi premi e le sue opere sono pubblicate su libri e riviste di settore.
Artiste: Nancy Barwell (Francia), Bikkel Artist (Paesi Bassi), Eva Breitfuss (Germania), Dawn Daisley (USA), Alexandra De Pinho (Portogallo), Ines Fugina Malnar (Croazia), Pnina Granirer (Canada), Dena Haden (USA), Kohlene Hendrickson (USA), Margherita Levo Rosenberg (Italia), Sara McKenzie (USA), Verena Schwarz (USA), Elizabeth Sher (USA), Christel Sobke (Germania), Clotilde Verriès (Francia).

Info: THE DIARY OF A DREAMER – Longitudini, Latitudini ed eredità delle donne
Dal 24 febbraio al 08 marzo 2024
Fondazione Palmieri, Via dei Sotterranei, Lecce
Apertura tutti i giorni: dalle 16:00 alle 20:00 con ingresso libero (Mattina su appuntamento)
Tel: +39 349 37 20 659 https://primopianospecialprojects.com/ primopianogallery@gmail.com

dores sacquegna

Consulente, curatrice e Art Director di Primo Piano LivinGallery dal 2004. Cura esposizioni ed eventi di arte contemporanea e performativa a livello internazionale collaborando con prestigiose istituzioni in Italia e all’estero.


Numero Corrente

Materia Solida

Nello stato solido i costituenti della materia sono legati da forze molto intense che consentono soltanto moti di vibrazione attorno a posizioni di equilibrio; Dalle avanguardie del novecento ad oggi il pensiero creativo ha trasformato la materia in un elemento magico,, talvolta disturbante, ma sempre adatto per una visione sensibile del mondo, che sia reale o immaginario.

15 Settembre 2022

Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI


Richiedi informazioni

THE DIARY OF A DREAMER Longitudini, Latitudini ed eredità de