Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Starter game

STARTER GAME
Recupero e trasformazione di una discarica abusiva in località Curti Spissi a Poggiardo

Si conclude lunedì 11 maggio alle ore 10:30 il laboratorio multidisciplinare “Ecocentrico” condotto dagli artisti Antonio De Luca, Ingrid Simon e Fernando Schiavano (Gruppo Starter), progettato con l’ass. culturale Calliope Comunicare Cultura, finanziato dalla Provincia di Lecce – Piano di Attuazione Provinciale per l’Ambiente e realizzato grazie alla collaborazione degli Assessorati alla Cultura e all’Ambiente del Comune di Poggiardo e il Liceo Artistico “Nino Della Notte”.
“Starter game” è la preparazione del campo per dare luogo al paesaggio, è una scommessa, sintesi di un insieme di riflessioni e ipotesi di intervento maturate nell’arco del laboratorio con l’obiettivo di recuperare e trasformare un luogo degradato e di restituirlo alla comunità come spazio pubblico con una nuova forma e identità.
Tra marzo e maggio di quest’anno il gruppo di artisti ha incontrato gli studenti del Liceo Artistico, insieme a loro ha esplorato i luoghi dell’abbandono e dello scarto sul territorio, tra discariche abusive e territori incontaminati, visitando il centro di raccolta differenziata e scoprendo il giardino di Pippi, un uomo che ha raccolto e accumulato pietre ed oggetti di ogni tipo. Il Gruppo Starter ha elaborato interventi di rigenerazione di luoghi e innescato processi di sensibilizzazione, permettendo uno sguardo rinnovato sulle potenzialità degli scarti. In contatto continuo con l’amministrazione comunale, attenta alle problematiche ambientali ma impotente rispetto all’incuria, ha sviluppato linee di azione in zone critiche del territorio con l’obiettivo di rendere visibile e restituire allo sguardo l’inguardabile, mostrare a chi nasconde alla vista l’immondo, appendere sul filo come panni stesi ogni singolo rifiuto ridandogli una possibilità di riuso e interrompendo quel meccanismo che porta a buttare la spazzatura ”là fuori“ perché un là fuori non esiste. Malgrado, infatti, la presenza di un ecocentro funzionale si continua ad abbandonare in angoli di campagna rifiuti di ogni tipo che in modo esponenziale divengono vere e proprie discariche nettamente in contrasto con la bellezza del paesaggio.
Nell’ecocentro Starter ha osservato la presenza di oggetti in ottimo stato destinati al macero, da qui la proposta di creare un filtro ulteriore di differenziazione per la realizzazione di un luogo di raccolta e catalogazione di oggetti da ridistribuire o scambiare gratuitamente, la “Boutique Ecocentrique”, struttura in grado di diminuire la quantità di scarti e generare nuove forme di scambio.

Per info cell. 3388321161 mail calliopeufficiostampa@gmail.com

Calliope Comunicare Cultura


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI