Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Attra-Verso

ATTRA-VERSO…

Vivere la vita, andare verso la Vita, attraversarla, fermarsi a sentirla, per sentire che ti attraversa e ti trasforma, attraverso la relazione, attraverso l’occhio che è il cuore della relazione, che guarda alla relazione, come una lente che cerca il silenzio per fermarsi a guardare dentro e fuori, per osservare l’altro, giocare con lui, sentire l’altro, superando le barriere.

AttraVerso è il titolo della Mostra di opere, maglie e bijoux di Manuela Scannavini – dal 27 Maggio 2016 per un mese all’Art Theatre Bio Bistrò, c/o il Foyer del Teatro Vascello – Via Giacinto Carini, 78, a cura di Laura Anfuso e dell’Artista, in collaborazione con l’attrice Luciana Codispoti e la partecipazione straordinaria di Arlecchino.

SCANNAVINI MANUELA
è nata a Roma nel 1970, sociologa, si laurea con il Prof. Domenico De Masi, dopo la laurea frequenta un
corso di PNL, Programmazione Neuro Linguistica e Web Design. Il suo amore per la scrittura e l’arte è sempre presente. Nel 2007 comincia il suo percorso artistico frequentando piccoli corsi di artigianato e pittura, in particolare con l’artista Luisa Galeotti ed in ultimo con la modellista ed artista Elena Binni de “ Lo spazio dell’Arte e Sartoria” grazie alla quale apprende la tecnica di stampa su carta e stoffa. Tra le mostre più recenti ricordiamo: Personale nel 2015 c/o il Foyer del Teatro Vascello di Roma dal titolo Frammenti di vita; In permanenza con piccole opere c/o la Galleria Officina dell’Arte – Via Fonteiana, 55/A di Alfredo Massarone nel 2014-2015 con due collage (Acqua e Contemplazione) e dal Gennaio 2016 con una riproduzione dell’opera Jobel (olio). L’artista è inserita tra gli artisti dell’Associazione Soqquadro.
Dal 5 AL 28 Marzo 2016 partecipa alla Rassegna di Arte Contemporanea al Femminile a cura dell’Associazione culturale Artinarte di Walter Necci e Paolo Viterbini c/o Palazzo Ruspoli – Nemi;

Il Vernissage si aprirà alle ore 21,00 con la presentazione delle opere a cura di Laura Anfuso e la suggestiva performance teatrale di Luciana Codispoti.

Alcune delle opere in mostra di Manuela Scannavini hanno già destato l’attenzione di critici importanti, come Acqua e Jobel.

Acqua (2014), il collage realizzato con una tecnica mista, china, acquerello, gel brillantini; cm 30X40, figura nel prestigioso catalogo, Maestri Selezione d’Arte Contemporanea, a cura del Prof. Vittorio Sgarbi, EA Editore, Marzo 2016 – (p. 233). Inserita anche nel numero speciale della rivista trimestrale “EFFETTO ARTE” Aprile 20016 – (p. 189);
Jobel (2015), l’opera realizzata con una tecnica mista, carboncino, olio, gel brillantini su carta, cm 47X37 è un omaggio poetico all’anno giubilare. Pubblicata sulla rivista diretta dal Prof. Paolo Levi, “EFFETTO ARTE”, nel numero di Gennaio 2016 (p. 227), è stata esposta in occasione della mostra presso la Sala del Bramante – Piazza del Popolo, dal 19 al 26 maggio 2016 – Collettiva ideata dal critico e saggista Sandro Serradifalco.
Manuela Scannavini è stata selezionata con le seguenti motivazioni: “Per il valido impegno artistico e per la sua spiccata personalità artistica. Un far arte pregiato e ricercato, dal grande impatto fruitivo, da cui emerge una continua ricerca tecnica, filtrata dai sentimenti e dalla rara dote della comunicatività”.

La ricerca è ampia e, nell’ultimo anno, Manuela Scannavini si è dedicata a due progetti importanti con la precisa volontà di far indossare ed abbracciare la sua arte con modalità diverse.
Nasce la linea di maglie d’autore in cotone organico 100%, acquistabili anche on line c/o Crea&Vesti di Silvia De Francesco, con la quale l’artista ha realizzato tutte le sue maglie.
Grazie alla preziosa collaborazione con l’artista ed amica Elena Binni, nasce anche un pupazzo di pezza dal sapore antico, che rivela un’attenzione particolare ai dettagli e alla scelta del materiale per la realizzazione. Rigorosamente “made in Italy” e, dalla tiratura limitata, ha un valore speciale perché segna il legame artistico tra mamma e figlio. Il progetto parte, infatti, da un disegno realizzato a quattro mani. Da uno schizzo del bimbo di quattro anni, durante un viaggio in macchina con la famiglia, “l’artista mamma” comincia ad immaginare un piccolo dinosauro; dopo averlo realizzato, lo propone al figlio il quale si mostra divertito dalla complicità della madre a cui risponde con una rivelazione gioiosa, il nome del dinosauro: Collolungo Bruscolino. Il disegno, depositato con un codice di paternità, diventa anche una maglia originale.

Per l’occasione sarà possibile ordinare la maglia che firma il progetto solidale UNA MAGLIA PER ANDREA. L’artista, da sempre molto impegnata nel sociale donerà alcune stampe, due maglie ed un bijoux di sua produzione a scelta. A fine serata verrà lanciata la riffa per Sale in Zucca Onlus e le persone che parteciperanno potranno contribuire a sostenere l’Associazione che riceverà una parte del ricavato.

soqquadro

Soqquadro è un'Associazione Culturale nata nel 2000, Direzione Artistica Marina Zatta. Dal 2000 ad oggi è stata promotrice di più di 150 mostre d'arte in spazi pubblici e privati, italiani ed esteri.


Numero Corrente

Oro

“Quando l'oro parla, l'eloquenza è senza forza.”

(Erasmo da Rotterdam)

15 Luglio 2022

Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI