Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

L’ALTRA META’ “ Dedicata ad Alberto dai figli Elena e Valerio”

Esposizioni Personale di Arte Contemporanea

TITOLO: L’ALTRA META’ “ Dedicata ad Alberto dai figli Elena e Valerio”
ESPOSIZIONE PERSONALE DELL’ARTISTA: ALBERTO MASTANDREA
A CURA DI: Sonia Mazzoli – STAFF: Silvia Cicio, Valentina Marin e Tiziana Monoscalco
DOVE:GARD Galleria Arte Roma Design – Via Dei Conciatori 3/i (giardino interno) M Piramide
INAUGURAZIONE: Domenica 28 febbraio 2016 dalle ore 18.00 alle ore 22.30
DURATA ESPOSIZIONE : Dal 28 Febbraio al 5 Marzo 2016
ORARI: Dalle 16.00 alle 19.00 – dal lunedì – al sabato ( altri giorni e orari su appuntamento)
ASSAGGI GASTRONOMICI: Meating Restaurant www.meatingrestaurant.com
INGRESSO: libero – Infotel: +39 340.3884778 – Infomail: soniagard@gmail.com

La GARD Galleria Arte Roma Design presenta con estremo piacere, come seconda esposizione del 2016, la mostra personale dell’Artista Alberto Mastandrea, scomparso nel 2014.
L’esposizione dal titolo “ L’ALTRA META’ ” è a lui dedicata dai figli Elena e Valerio.
Con questa mostra si vuole presentare ad un pubblico ristretto l’altra metà di Alberto, quella poetica, artistica e creativa, che forse spesso è stata accantonata per seguire il quotidiano. Le opere pittoriche e poetiche che verranno presentate sono assolutamente inedite, infatti l’autore in vita non le ha mai proposte al pubblico, le realizzava per un puro piacere personale, con un entusiasmo incredibile che lo accompagnava fino alla conclusione di un lavoro, con un’euforia che però spesso si trasformava, nei giorni che seguivano, in dubbi, perplessità e incertezze, fino al momento in cui non cominciava una nuova opera, nella quale si immergeva con tutto se stesso.
Pertanto è stato fatto un lavoro di ricostruzione del suo percorso artistico, chiedendo a chi gli era vicino e gli voleva bene, amici e parenti, per arrivare a poter dare una panoramica il più completa possibile del suo operato.
Alberto si riavvicina in età adulta alla pittura, con tecniche acquisite personalmente, da autodidatta, forse per completare la passione che coltiva da sempre, la scrittura. Nei suoi lavori si trovano spesso riferimenti al suo vissuto e a spaccati di vita quotidiana.

Dalla descrizione Penna e Pennello “ Non ricordo di aver mai visto Alberto senza una matita o una penna in mano.. forse ci èra nato …, Era bellissimo vederlo così assorto riempire fogli e fogli mentre si mangiava le unghie. Il massimo era scrivere con la stilografica: era un “signore dello scrivere” ne aveva il culto ed il rispetto. Romanzi, racconti, poesie, sceneggiature, politica….

Durante il censimento dei suoi lavori è stata trovata un’opera su cartoncino di dimensioni importanti, che abbiamo intitolato “Nascosta”, in cui pensiamo siano rappresentate molte sfumature legate alla vita dell’artista. Estremamente colorata, quasi naif, ricca di riferimenti dal sapore onirico, che racchiude in se sacralità, sensualità, paternità, maternità, “Nascosta” sembra trascinarci all’interno di un’ambientazione cinematografica Felliniana.

Cenni Storici Galleria Gard
GARD, Galleria Arte Roma Design, nasce nel 1995 con una specifica attenzione alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici e all’utilizzo di materiali di recupero e riciclo per un eco-design ed un’eco-arte che rispetti l’ambiente-mondo e l’ambiente-uomo. Dal 1997 GARD sceglie come ubicazione uno spazio di 600 mq. tra il Gazometro e la Piramide Cestia, ex zona industriale del vecchio porto fluviale di Roma. Spazio multifunzionale che si presta periodicamente per esposizioni ed eventi di arte, design e cultura, affiancando attività di promozione a laboratori creativi dedicati alla manualità, dedicando una specifica attenzione alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici e all’utilizzo di materiali di recupero e riciclo. Il 20 ottobre 2011 la Galleria viene coinvolta nell’alluvione di Roma ed è costretta a chiudere. Ci vogliono tre anni per poter bonificare e riqualificare i locali, tamponare e far fronte ai molti danni, viene fatto un progetto e un intervento di riduzione spazi e nuova destinazione d’uso di alcune aree. Non manca mai in questi anni, la volontà e la grinta che l’ha sempre contraddistinta. Dopo un percorso di ricostruzione e di ripresa emotiva durato tre anni, GARD può finalmente riaprire nel novembre del 2014, con un numero minore di sale, ma con la qualità e l’originalità che da sempre la contraddistingue. E infatti, questo spazio torna con effetto immediato a rappresentare un importante punto nevralgico per gli artisti emergenti, un punto di raccordo e sperimentazione.
Oggi sono circa mille le figure che operano nel settore artistico, tra architetti, designer, artisti e artigiani, che partecipano a rendere GARD unica a Roma.

Ufficio Stampa
Silvia Cicio

ninnetta


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI