Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Corpologie IV

OSPIZIO GIOVANI ARTISTI

Mostra: CORPOLOGIE IV

Artisti: Ann Antidote, Patrizia Angiolina Belvedere, Greta Isabella Conte, Werther Germondari, Ben Hantkant, Riccardo Maffioli, Slawomir J Milewski, Notorische Ruhestörung.

Luogo: Ospizio Giovani Artisti
Indirizzo:  via Cernaia 15 – Roma
Inaugurazione:  Mercoledì 30 Marzo 2022, h17.30 (fino h20)
Periodo:  30 Marzo – 11 Aprile 2022
Orario: solo su appuntamento, scrivendo a wgermondari@mac.com
Attenzione: ingresso consentito solo nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti

Quarta mostra sul tema del corpo, all’interno delle (S)exhibitions, analizzato ancora una volta nelle sue infinite possibilità di interazione sociali, psicologiche e naturalmente estetiche, attraverso le opere di otto artisti internazionali, provenienti come sempre dalla Collezione OGA.

Ann Antidote (Lisbona, Portogallo, 1973) vive a Berlino. È un’artista autodidatta, attiva nel campo del bondage, del video, dell’installazione, della sound-art e della performance. È inoltre attiva in politica ed è attivista queer e sex-positive. La politica e la sua ricerca artistica sono strettamente collegatte. Le sue opere sono anche influenzate proficuamente anche dai suoi studi e lavori nell’ambito della fisica in fisica e dell’ingegneria. Nel 2009 ha fondato il progetto collettivo “The Strange Life of the Savages” e ora questi suoi progetti sono diventati occupazioni a tempo pieno.

Patrizia Angiolina Belvedere (Reggio Calabria, 1963). Diplomata al liceo artistico, tecnicamente eclettica, appassionata disegnatrice, pittrice e artista digitale. “Nelle mie opere la luce è protagonista (spesso subdolamente). Il mio stile è spirituale (vudú, vodu, voudou, ecc). Sono individualista e credo nella libertà come fine ultimo ad una vera e sana identità” (P.A.B.).

Greta Isabella Conte (Colonia, Germania, 1990) è una giovane fotografa. direttrice della fotografia e regista. A 23 anni si è trasferita ad Amburgo dove ha lavorato come assistente alla macchina da presa e ha iniziato la sua carriera da cameraman. Dal 2016 vive a Berlino dove studia cinematografia presso la rinomata Filmuniversity Babelsberg Konrad Wolf. Lavora nel settore cinematografico (nel 2017 ha realizzato da regista un cortometraggio erotico prodotto da Erika Lust), e contemporaneamente prosegue la sua ricerca nella fotografia di nudo.

Werther Germondari (Rimini, 1963) Artista visivo, performer e filmmaker. Attento a dinamiche innovative sperimentali neo-concettuali che si caratterizzano per un gusto ironico e surreale, svolge dai primi anni ottanta una ricerca attraverso numerosi media espressivi. Ha partecipato a esposizioni in gallerie private e spazi sperimentali internazionali, alternando installazioni d’ambiente, videowork e atti performativi, focalizzando l’attenzione su elementi nascosti, attinenti a una visione reale, sociale e politica. Nel 2013 ha ideato l’Ospizio Giovani Artisti.

Ben Hantkant (Gerusalemme, Israele, 1990) Nel video in mostra un burattino virtuale proiettato mette in scena uno spettacolo di magia durante il quale presenta illusioni legate alla parola “parola” in ebraico (“מילה” – Pronunciato “MILA”) e ai significati e alle immagini che ne emergono. Il corpo proiettato di Ben viene smontato e riassemblato, smontando anche il sistema di connessioni tra la lettera, la parola, l’immagine, l’illusione, la voce, il tempo, l’identità e la cerimonia ebraica della circoncisione. (Che è anche uno dei significati della parola “parola” / “מילה” in ebraico).

Riccardo Maffioli (Brescia, 1961). Artista visivo, lavora prevalentemente con la pittura, la fotografia e il video. “La mia storia artistica essendo un po’ lunga è meglio se la vedete sul mio sito”: www.riccardomaffiolifotografo.info

Slawomir J Milewski (Lidzbark Warminski, Polonia, 1979). Artista e cineasta polacco con base a Londra, ha completato il Master all’Università di Belle Arti di Poznan, in Polonia. Ha ricevuto una borsa di studio dalla Universite Rennes 2, a Rennes, in Francia. I suoi film sono stati presentati e premiati in numerosi festival e mostre in Nord e Sud America, Europa e Australia. “Per il regista Slawomir Milewski, l’ultima trasgressione non è vivere la vita al massimo, ma piuttosto di abbracciare la vita, viaggiando in uno spazio grigio opaco vuoto di gioia”. (Eluxe Magazine)

Notorische Ruhestörung (?????, Germania, ????) l cuie principali occupazioni sono la musica e il suono (ma senza dimenticare il video e la performance). Ha recentemente lanciato uno spettacolo da solista dopo aver suonato per anni in band di diversi ‘strani’ generi. (https://ruhestoerung.noblogs.org/)

Ospizio Giovani Artisti

L'OGA nasce provocatoriamente per 'ospitare' solo artisti che hanno superato i 35 anni di età, limite utilizzato spesso anche istituzionalmente per definire un giovane artista. Ad onor del vero tale regola all'OGA viene ormai spesso trasgredita, ma cercando sempre di non snaturare troppo l'ideale originario dello spazio espositivo. Le opere delle numerose mostre collettive e personali che vengono realizzate ogni anno provengono esclusivamente dalla collezione dell'Ospizio Giovani Artisti. Sono gli artisti stessi e donare i propri lavori, per poter continuare anche in futuro a realizzare mostre a tema, che si pongono come una continua riflessione sul ruolo di coinvolgimento dell'arte contemporanea e moderna nella società odierna.


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI


Richiedi informazioni

Corpologie IV