Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Continuano gli spettacoli di Scena Pubblica – cultura permanente a Tor Marancia

Dopo la prima settimana di Festival, nuove performance per il quartiere
Dal 12 al 15 Febbraio 2015, il progetto Scena Pubblica – cultura permanente a Tor Marancia, organizzato dall’Associazione Culturale Twain, torna per portare l’arte, la musica e la danza in città.
Ad alternarsi nel grande teatro a cielo aperto di Tor Marancia saranno i concerti di Le Cardamomò e dell’Orchestra Malancia, il reading di Angelo “sigaro” Conti con Cristiano Armati e Yari Selvetella, e lo spettacolo di Ulderico Pesce; per la danza contemporanea, le pièce di TiDA e di Cie Twain physical dance theatre.
Giovedì 12 Febbraio, il concerto di Le Cardamomò, che con maschere vittoriane e strumenti antichi come il violino, il bombardino e la voce lirica, evocano atmosfere vive e il ricordo di un passato reale e allo stesso tempo immaginario.
A proseguire il Festival, venerdì 13 Febbraio, il reading musicale “Lettere dalla strada” con Angelo “sigaro” Conti, Cristiano Armati e Yari Selvetella: una storia di scrittura, musica e amicizia che unisce i componenti dello spettacolo e che si completa storia dopo storia.
Il weekend è ricco di spettacoli: l’Orchestra Malancia ed il Quinto Quarto Trio con i loro organetti ed il repertorio tradizionale popolare precederanno e seguiranno le performance di danza; “Profumo” di Cie Twain physical dance theatre, è una pièce nella quale il corpo, unico protagonista, si rivela attraverso una tensione insolubile, per risalire a quello slancio vitale che oscilla tra l’affermazione dell’essere e il suo smarrimento. “Disloc Action” di TiDA, è realizzata, per l’occasione, in collaborazione con la Cie Twain: una performance itinerante in cui gli artisti creano le loro performance direttamente sul luogo. Ogni itinerario è quindi unico e irripetibile.
Per il teatro, lo spettacolo “Moro: I 55 giorni che cambiarono l’Italia” con Ulderico Pesce: l’immagine di un orologio con il cinturino in metallo è la radice prima del dolore, che diviene rabbia e che quindi richiede la ricerca della verità.

Tutti gli spettacoli e laboratori saranno gratuiti per il pubblico.

Di seguito il programma dettagliato:
GIOVEDI 12 FEBBRAIO
Le Cardamomò– musica
h. 11.00 Mercato Montagnola, Viale Pico della Mirandola
VENERDI 13 FEBBRAIO
“Lettere dalla strada” – Angelo “sigaro” Conti, Cristiano Armati, Yari Selvetella
– Reading e musica
h. 20.00 Enoteca Vino Tinto, Via Salvatore di Giacomo 10
SABATO 14 FEBBRAIO
Orchestra Malancia – musica
h. 11.00 Largo Bompiani
“Profumo” – Cie Twain physical dance theatre – danza Contemporanea
h. 12.15 Largo Bompiani
“Moro: i 55 giorni che cambiarono l’Italia” – teatro
h. 18.30 Centro Anziani San Michele, Piazzale Antonio Tosti 4
DOMENICA 15 FEBBRAIO
Orchestra Malancia – musica
h. 11.00 Parco della Torre, Viale Tor Marancia 29
“Disloc Action”- TiDA e Cie Twain – danza contemporanea
h. 12.15 Parco della Torre, Viale Tor Marancia 29
Quinto Quarto Trio – musica
h. 17.00 Bar Bompiani, Via Benedetto Bompiani 8

Per il programma del Festival: https://scenapubblica.wordpress.com/
Il progetto è finanziato da Zètema Progetto Cultura, Roma Capitale e Roma d’Inverno 2014|2015. Con il patrocinio del Municipio Roma VIII e del Presidente Andrea Catarci.
Organizzato da Associazione Culturale Twain, centro delle attività di Cie Twain physical dance theatre, compagnia produzione danza, sostenuta dal MiBACT- Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, e di OFFicinaTwaIN 14/16, Officina Culturale Regione Lazio.
In collaborazione con TIDA, Teatro Instabile di Aosta.

CieTwain

Cie Twain physical dance theatre, compagnia di danza contemporanea e teatro fisico, con all'attivo oltre 15 produzioni in soli sette anni, nasce nel 2006.


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI