Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

SPAZIO I DuminDa I Xmas Open Studio

Art is a kind of meditation…

Plasmare la materia, scambiare idee, fare nuovi progetti, condividere, accogliere, molteplici sono le specifiche dello SPAZIO i DuminDa.
Un locale per creare, uno spazioso laboratorio, ed un secondo per “sentire” le sculture terminate e disposte come se fossero già in una casa.
Una sensazione ben diversa da quella delle gallerie.
Work in progress, l’obiettivo principe é quello di ricreare un’atmosfera d’altri tempi, in onore dell’HERITAGE, una parola chiave nella storia dei cingalesi.
Slow-art, affordable -art, PAPER MOODS( découpage-assemblage di ritagli di giornale cingalese), Totems, Animalier e ritratti, molteplici sono le Collections presentate dall’artista.

Dal 16 al 23 dicembre, dalle ore 15:00 alle ore 21:00, DuminDa accoglierà il pubblico e brinderà con i presenti dalle 18:00 in poi, ogni sera.

SPAZIO I DuminDa I Art Studio

Nato nello Sri Lanka, a Balapitiya, in un villaggio lambito dal fiume Madu Ganga e dall'Oceano Indiano, cullato da energie ancestrali e da suggestive tradizioni, al cospetto di una Natura ancora sovrana, DuminDa, forte del suo percorso formativo e spirituale, inizia un lungo viaggio, ricco di coincidenze significative, cambiamenti di carriera, e piacevoli imprevisti, che lo porterà, a partire dal 1998, da Colombo a Seul, da Milano a Lussemburgo, da Parigi a Milano. Dopo una formazione accademica a Parigi con il Maestro Philippe Seené, preceduta da stages estivi presso la Kunstakademie, a Trevi e Beaux -Arts, elabora un suo stile ed affina sue tecniche particolari, come quella dei PAPER MOODS, realizzati con il découpage -collage, ritagli di giornale assemblati con una piacevolissima estetica, esaltata dall'esotismo dell'alfabeto cingalese, con il quale ricompone storie ed immagini, in una nuova logica ed armonia di segni, collezione, questa già iniziata da prima, in una versione più' stilizzata, "alla Giacometti"( scultore che scoprira' solo anni dopo). Come in un "tangram", l'artista scompone e ricostruisce frammenti di pensieri, pigmenti di colore, momenti di vita, presenti o passati, plasmando forme del suo immaginario e modelli reali, liberamente reinterpretati. Inconfondibili le sue opere in gesso, murali o auto-portanti/ totems, con patine stratificate e sovrapposte, lavorate con la tecnica del "froissé", pennellate d'oro, per una "texture"organica, a colata di lava, con effetti metallo/legno, una consistenza che confonde anche i conoscitori d'arte, "is this bronze?". Sbalzi materici e superfici torturate, per visi e corpi, straordinariamente umani. Affascinato dagli affreschi della rocca di Sigiriya( 400d.C.), magico sito archeologico dello Sri Lanka, DuminDa se ne ispira per sperimentare anche le tinture vegetali. Eclettico e creativo, poco incline alla comunicazione verbale, poeta del visivo, crea spontaneamente, senza malizia, fuori da ogni schema, moda o corrente, creando opere tridimensionali, ispirandosi a sentimenti e sensazioni, vibrazioni mistiche, sfumature e ricordi. "Swinging" tra Oriente ed Occidente, tra il magico ed il fiabesco, con stili sempre divers, DuminDa segue solo il suo istinto, il battito scandito dalla sua musica interiore, l'ispirazione del momento, i suoi stati d'animo, MOODS, per condividere un bene dello spirito, il mantra di una meditazione. Per DuminDa, Art is definitely a kind of meditation.


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI


Richiedi informazioni

SPAZIO I DuminDa I Xmas Open Studio