Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Processione Sacra, Processione Profana – Giovanni Turchi

Il progetto di questa nuova mostra di Giovanni Turchi si inserisce e segue il percorso tracciato dalle parole che costituiscono da tempo il riferimento di ogni momento espositivo dell’Artista:“ … e gli Dei dimenticati ci guardano … “, e da due righe tratte dalla poesia ”Fill for me a brimming bowl” di John Keats:“ … Nor with delight can I explore / The Classic page, or Muse’s lore … “.
PROCESSIONE SACRA, PROCESSIONE PROFANA: su una parete di quadri una Processione Sacra di sculture antiche ricorda eventi trascorsi. Figure si susseguono l’una all’altra esaltando il potere, la vita, l’offerta al divino. A fronte una parete di fotografie presenta uno sfilare odierno di giovani donne, una Processione Profana. Si muovono nel loro tempo esprimendo nei volti e nei corpi, con il loro guardare e farsi guardare, la loro temporaneità e casualità. Due mondi che si sovrappongono e si contrastano, che convivono uno sull’altro, che si distaccano uno dall’altro. La tela è la imprevedibile realtà di cui vivono. Un mondo antico rivive costante in ogni epoca, sottili velature lo coprono e scoprono svelandolo sempre uguale e diverso, così ogni epoca lo dimentica e lo ricorda, lo cancella e lo mostra.
Il Tempo, che fluisce come un fiume ora trasparente e ora limaccioso, si avvia da Lui e a Lui ritorna. Nessi perenni, ora visibili e ora celati, lo rendono vivo in eterno. Nulla è più vitale dell’apparente marmorea immobilità.
Un mondo è o sembrerebbe immanente, giovani donne ne sono gli essenziali personaggi in scena, in un tempo che scorre in apparente linea retta: un ora, un prima, un dopo.
Ma, appunto,“ apparente “ perché ora le linee si intersecano, si sovrappongono, si spezzano mutando insieme verso e lunghezza.
La Tela è quindi il luogo che registra, evidenzia, annota e lega “ Il Tempo – I Tempi “, li svela a chi non vuole o non sa accettarne le presenze, condividerne le emozioni, capirne i legami.
Le due processioni si svolgono ora nello stesso spazio e nello stesso tempo astorico, sembrano ancora contrapporsi l’una all’altra ma, in certi momenti, si confondono e – Corpi con Corpi, Esseri con Esseri – , si mescolano.
Parti di un mondo si spezzano e come semi di vita emigrano nell’altro fondendosi, generando fruttiferi ibridi.
______________________________________________________

PROCESSIONE SACRA, PROCESSIONE PROFANA
2 – 15 dicembre 2017

Spazio 40 Galleria d’arte
Via dell’ Arco di S. Calisto 40 – Roma (Trastevere)
Orario 12.00 – 20.00 (mercoledì chiuso)
Vernissage: sabato 2 dicembre – ore 19.00

Info: 349.1654628 / spazio40@tiscali.it / www.spazio40galleria.it / @Spazio40GalleriaDarte

spazio40


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI


Richiedi informazioni

Processione Sacra, Processione Profana – Giovanni Turchi