Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Paolo Masi, “Polaroid a Bologna”. Finissage: intervento ambientale “Riflessioni riflesse”

Studio G7 è lieta di affiancare l’Accademia Nazionale di Agricoltura nella realizzazione della mostra Polaroid a Bologna dedicata all’artista Paolo Masi.
L’evento, assolutamente privo di finalità economiche, prende avvio dall’intento di presentare al pubblico bolognese un’opera eseguita nel 1979 che l’artista fiorentino dedica alla nostra città. L’Accademia Nazionale di Agricoltura nel sostenere l’iniziativa rende disponibile il Cubiculum Artistarum, spazio al piano terra di Palazzo dell’Archiginnasio destinato a incontri ed eventi culturali.
Polaroid a Bologna si compone di una serie di opere fotografiche che ritraggono dettagli del paesaggio urbano bolognese come tombini, muri in laterizio, grate di ferro ecc. Questi scorci tratti dal mondo reale danno luogo nel lavoro dell’artista a composizioni geometriche astratte, in accordo con la poetica che ha contraddistinto l’opera di Paolo Masi dagli esordi fino agli anni recenti.
Le fotografie esposte nella mostra Polaroid a Bologna si inseriscono all’interno di un ciclo specifico della produzione di questo artista, collocabile tra il 1976 e il 1979. I lavori di questi anni infatti contemplano più volte il ricorso agli scatti fotografici che Masi realizza in luoghi diversi. Tramite essi l’artista si confronta con l’ambiente circostante portando alla coscienza della gente comune l’esperienza visiva quotidiana nel contesto metropolitano.
Paolo Masi ha dedicato la sua ricerca alla pittura astratto geometrica non distogliendo mai tuttavia il proprio interesse dalla realtà che lo circonda, della quale indaga l’aspetto estetico in connessione a cultura popolare, modelli e stili di vita, attribuendo all’arte una funzione sociale.
La mostra che vedrà protagoniste le polaroid realizzate nella nostra città, sarà inoltre arricchita da numerosi disegni legati a diversi momenti del suo percorso.
Il finissage dell’evento sopra descritto che avrà luogo sabato 6 giugno 2015, coinvolgerà il cortile della Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio dove sarà ospitato l’intervento ambientale Riflessioni Riflesse. All’interno dell’ environment, eseguito nell’assoluto rispetto delle strutture architettoniche che compongono lo storico edificio di Piazza Galvani, sarà protagonista la luce che coinvolgerà pilastri, architravi, archi e rilievi dello spazio intorno. Il meccanismo di riflessione in questa grande installazione all’aperto, diventa strumento di interazione e scambi tra le forme colorate ideate dall’artista e gli elementi architettonici che compongono il palazzo. L’intervento ambientale Riflessioni Riflesse è stato più volte realizzato da Paolo Masi, a partire dal 2010, presso strutture storiche pubbliche e private di varie città italiane: il risultato dell’operazione presenta di volta in volta aspetti e connotazioni differenti in relazione alla specificità ambientale. L’installazione Riflessioni Riflesse è realizzata dall’artista con l’intento di far coincidere lo spazio della ricerca pittorica con lo spazio reale coinvolgendo lo spettatore: volontà che caratterizza la poetica di molti suoi lavori negli ultimi due decenni.

Paolo Masi nasce a Firenze nel 1933, dopo gli studi a Zurigo si trasferisce a Parigi dove entra a contatto con le esperienze informali. Trascorre successivamente un periodo a Milano per approdare nuovamente a Firenze. Incline alla sperimentazione e agli spostamenti collabora con importanti gallerie italiane ed europee facendo proprie, lungo tutta la seconda metà dello scorso secolo, le lezioni delle maggiori tendenze artistiche internazionali.

Nel corso della sua carriera artistica Paolo Masi espone in numerose gallerie e spazi pubblici tra cui molto brevemente ricordiamo Centre Georges Pompidou, Parigi; Palazzo Vecchio, Firenze; Palazzo Strozzi, Firenze; il Museo della Permanente, Milano; il Museo Pecci, Prato. Nel 1978 partecipa alla Biennale di Venezia; e all’XI Quadriennale di Roma. Nel 1974 è tra i promotori del collettivo “Zona” e, a partire dal ’98, del collettivo “Base”, a Firenze.

La mostra Polaroid a Bologna avrà luogo
dal 3 al 6 giugno 2015 dalle ore 15.30 alle 18
nella sala Cubiculum
Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, piano terra
Piazza Galvani 1
Bologna

Finissage: sabato 6 giugno 2015 dalle 15 alle 18
Intervento ambientale Riflessioni Riflesse eseguito dall’artista Paolo Masi
Cortile interno della Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio
Piazza Galvani 1
Bologna

Studio G7 e l’artista Paolo Masi ringraziano l’Istituzione Biblioteche Bologna – Archiginnasio per aver accolto l’autore fiorentino nel cortile di Palazzo dell’Archiginnasio e aver reso possibile l’environment di sabato 6 giugno 2015.

Press e info:
info@galleriastudiog7.it
ufficiostampa@accademia-agricoltura.it

lunalum

Studio G7 press comunication


Numero Corrente

Materia Solida

Nello stato solido i costituenti della materia sono legati da forze molto intense che consentono soltanto moti di vibrazione attorno a posizioni di equilibrio; Dalle avanguardie del novecento ad oggi il pensiero creativo ha trasformato la materia in un elemento magico,, talvolta disturbante, ma sempre adatto per una visione sensibile del mondo, che sia reale o immaginario.

15 Settembre 2022

Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI