Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Ludo Park

Sabato 4 febbraio alle ore 18.00 s’inaugura LUDO PARK, un percorso interattivo, un viaggio visionario nel paesaggio marino, che si dipana fuori stagione nello spazio chiuso della Terrazza Mare di Lignano Sabbiadoro (Ud). Tra acqua e sabbia, giochi da tavolo e da spiaggia, mette in scena un esperienziale scenario estivo innanzi alle vetrate esposte sull’orizzonte della spiaggia. Suddiviso in tre ambienti, ognuno dedicato all’opera di un artista e a specifiche categorie del gioco, il percorso espositivo accompagna il visitatore tra video, fotografie, gioco d’artista e dipinti. Il tutto animato dalle performance di giocoleria del gruppo Maravee Animazione, che nel corso dell’inaugurazione metterà in scena i giocolieri in un ludico dialogo gestuale con le opere e i visitatori.

La mostra inizia dall’Ambiente Blu con le opere di Michelangelo Bastiani. Votato all’acqua, protagonista assoluta dei video, attiva il gioco della Vertigine, sensoriale ed emozionale, in un poetico dialogo fra tecnologia e natura. Tra vortici e cascate, che ruotano e scorrono senza soluzione di continuità, il paesaggio si fa ipnotico e vertiginoso, proponendo nello spazio espositivo dei “quadri” animati che ricostruiscono, per via tecnologica, il ricordo e l’esperienza dell’acqua. Acqua come elemento vitale, acqua di mare, acqua sul corpo, acqua per gioco.

Il percorso approda poi all’Ambiente Rosso abitato dalle opere di Lorena Matic. E’ il luogo dedicato all’identità, che nel gioco si fa Azzardo chiamando in causa il destino e il caso dell’incontro. Sviscerati nella serie fotografica Il castello sulla sabbia, che ammicca al gioco d’infanzia, al castello costruito al mare, simbolo di un mondo fittizio ma capace di raccogliere i sogni di ognuno. I ritratti realizzati nel corso della preview estiva del Festival entrano in mostra con uno slideshow in cui ogni effigiato, tra autoctoni e stranieri, svela il proprio gioco prediletto nell’infanzia e mette in scena una sorta di carta d’identità di memoria ludica. Da qui nasce un vero e proprio gioco da tavolo, che fa il verso al Memory premiando, nella Competizione, il giocatore che ricorda le identità effigiate.

Dalla penombra dell’Ambiente Blu si passa poi all’Ambiente Bianco, che accoglie i colori saturi e vivaci dei dipinti di Luca Suelzu. Inscenati in una spiaggia visionaria, dove i giochi gonfiabili, dal salvagente al pesciolino allo squalo, dalla piscinetta ai palloncini, campeggiano sulle pareti, più veri del vero, come fossero sospesi sopra il parterre di sabbia. Teso fra vero e fiction, a sottolineare l’aspetto intrinseco della pittura iperrealista, qui il gioco come Mimesi rimbalza dalle opere dell’artista all’azione ludica riservata ai bambini tra palette e stampini.

Maravee Ludo, XV edizione del Festival Maravee ideato e diretto da Sabrina Zannier è gestito dall’Associazione culturale Maravee con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’azienda Gervasoni, main sponsor del progetto, del Comune di Gemona del Friuli e del Comune di Lignano Sabbiadoro, il Festival è reso possibile anche dalle collaborazioni dell’Associazione Mittelfest, delle slovene Obalne Galerije Piran, dell’Università di Bologna, del Politecnico di Milano, dell’Aria Foundation di Roma, delle gallerie Studio La Città di Verona, Rebecca Container di Milano e Aria Art Gallery di Firenze.

AtemporaryStudio


Numero Corrente

Materia Solida

Nello stato solido i costituenti della materia sono legati da forze molto intense che consentono soltanto moti di vibrazione attorno a posizioni di equilibrio; Dalle avanguardie del novecento ad oggi il pensiero creativo ha trasformato la materia in un elemento magico,, talvolta disturbante, ma sempre adatto per una visione sensibile del mondo, che sia reale o immaginario.

15 Settembre 2022

Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI


Richiedi informazioni

Ludo Park