Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Coerente ed esclusivo il mondo enigmatico di Fabrizio Pinzi a Palazzo Leti Sansi

Nell’ambito della grande mostra di “Spoleto Arte” prorogata fino al 27 agosto 2015 sono presenti nomi di fama dell’arte attuale, riuniti sotto la curatela di Vittorio Sgarbi. Tra essi anche il pittore Fabrizio Pinzi. L’esposizione è visitabile con ingresso libero all’interno di Palazzo Leti Sansi, tra via Arco di Druso e Piazza del Mercato a Spoleto. L’organizzatore dell’evento è il manager della cultura Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte.

Sullo stile, che lo contraddistingue, è stato scritto: “Dalle figurazioni proposte scaturiscono la componente del sogno e la fervida pulsione della fantasia e dello spirito d’inventiva, frutto del -magico tocco d’arte- depositario di un mondo sommerso, misterioso, enigmatico, composto da codici da decifrare e interpretare e che riesce a penetrare nel cuore e nella mente degli spiriti sensibili. Pinzi è portavoce di una concezione moderna e innovatrice dell’arte, che rimane però anche saldamente radicata alle formule tramandate e perpetrate dalla tradizione e all’influsso stilistico recuperato e acquisito dai classici, seppur rifuggendo sempre, con decisa fermezza, il principio di emulazione e di imitazione”.

E ancora viene precisato: “Egli non vuole copiare o assomigliare a nessun altro artista se non a se stesso e intraprende un cammino di coerente e consapevole esclusività. L’intento primario da lui perseguito, è di fare pensare, di trasferire e trasportare sulle tele immagini fortemente evocative, che si tramutano in simboli e metafore, nello spirito degli acuti e attenti osservatori e di non deludere mai se stesso, ponendosi davanti orizzonti sempre nuovi da raggiungere, con entusiastica propensione”.

uffstampamilano


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI