Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

“25 Parole di Donna”: un no alla violenza sulle donne molto creativo

Dire stop alla violenza sulle donne sempre, ben oltre la giornata internazionale dedicata. E’ questo sicuramente il messaggio insito nell’evento “25 Parole di Donna – Performance, Arte & Colore contro la violenza di genere”, che si terrà domenica 30 novembre, dalle 14.30 alle 19 circa a “La Bastìa” di San Possidonio (Modena). Un’iniziativa live che coniuga arte, letteratura e informazione, grazie anche alla presenza di Gianna Morselli dell’Associazione VivereDonna Onlus di Carpi, che sarà intervistata dalla giornalista Angiolina Gozzi sul tema. Prima (e dopo), momenti di letture organizzate in una tornata non-stop che vedrà in scena autori e autrici di tutta Italia. Poesie, monologhi, racconti accesi da note e tocchi di colore saranno proposti a un pubblico invitato a una partecipazione libera. Il tutto si svolge in una location cruciale: un locale posto in uno dei comuni colpiti dal sisma del maggio 2012. Due messaggi in uno: “il no alla violenza” e la voglia di portare un evento unico nel suo genere, in un territorio ancora provato dal terribile evento che ha sconvolto la vita di migliaia di persone.
“25 Parole di Donna” è ideato e organizzato da Roberta De Tomi e Angiolina Gozzi in collaborazione con il CPO-CUP (Commissione Pari Opportunità del CUP) di Modena, il collettivo GioI ER (Giornaliste e Operatrici dell’Informazione dell’Emilia Romagna) e dallo scrittore e blogger Roberto Baldini. L’evento è patrocinato dall’UCMAN (Unione Comuni Modenesi Area Nord) e dal Comune di San Possidonio. Inoltre sarà presente il regista Guido Casoni, che effettuerà riprese audio-video, nella prospettiva della realizzazione di uno “spot” intitolato “Scrittori e artisti contro la violenza alle donne”.
Come rilevato dagli organizzatori, “25 Parole di Donna” è un vero e proprio contenitore creativo, nonché un’occasione di aggregazione in cui la riflessione sul tema della violenza sulle donne è veicolato da contenuti plasmati dalla fantasia dei partecipanti. Un modo attivo per parlare di un tema scottante, ma anche l’occasione, per oltre trenta tra autori e artisti, per rompere le logiche individualiste alimentate dal web, ritrovando un senso di comunione. E in questo caso, le parole “di donna”, diventano un collante potentissimo.

Nina Mai

Consulente, tuttofare, un vulcano di idee in eruzione!!


Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI