Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Articoli

Utilizzo e valore spirituale e materiale del colore oro nell’arte di Yves Klein

Greta Alberta Tirloni

NUOVO

Raro e incorruttibile l’oro accende il desiderio

In una delle rare occasioni di una conversazione diretta fra l’uomo e l’Onnipotente scopriamo quanto anche per Dio l’oro sia importante

Massimiliano Reggiani

James Lee Byars – Manca l’oro di loro

L’artista, tra tutti quelli che ho avuto la fortuna di incontrare, che usò più che mai il color oro; nel suo vestire, nei suoi inviti, nelle sue opere, nelle sue installazioni e nelle sue edizioni artistiche.

Bruno Ceccobelli

Christian Balzano

Ovvero quando l’oro rappresenta la preziosità del nostro pianeta e ci ricorda la nostra storia

Massimo Scaringella

L’oro della magnifica evasione

La creatività dirompente di David LaChapelle

Roberto Vignoli

Oro. il più prezioso dei metalli tra estasi e dannazione

Oggetto del desiderio e causa di disperazione, l’oro. Ma, per gli artisti, soprattutto un colore

Fabio Massimo Penna

Natino Chirico e la foglia d’oro

Un artista che ama da sempre l’arte bizantina attraverso cui trova l’ispirazione per il suo lavoro pittorico

Claudia Quintieri

Trasparenza: una riflessione verso l’oltre

La trasparenza è l’intuizione che esperienza, conoscenza e memoria non sono altro che tracce evanescenti del tempo sulla superficie della nostra autocoscienza.

Massimiliano Reggiani

Quando c’era la “trasparenza” nell’URSS

L’esempio della Glasnost’ cambiò il destino di Michail Gorbaciov, quello del suo “continente” e del mondo occidentale.

Bruno Ceccobelli

Trasparenze. l’arte della leggerezza e dell’immaterialità

La ricerca di trasparenza degli artisti moderni soddisfa da una parte la sentita necessità di svelare le verità metafisiche nascoste dietro le apparenze.

Fabio Massimo Penna

Francesco Zizola, nella trasparenza dell’acqua la sua poesia

L’acqua con la sua trasparenza lussuosa si fa nera di fronte alla profondità del mare.

Roberto Vignoli

Le radiografie di Benedetta Bonichi

La nipote di Scipione è la prima artista ad utilizzare la radiografia come forma d’arte fin dal 1997

Claudia Quintieri