Contemporary Art Magazine
Autorizzazione Tribunale di Roma
n.630/99 del 24 Dicembre 1999

Katja Loher e Dario Tironi. Memorie dal Futuro

Dopo il successo riscosso al Castello Scaligero di Malcesine (VR), sarà allestita negli spazi di Kromya Art Gallery a Verona (via Oberdan, 11c) un’ulteriore sezione della mostra Memorie dal Futuro, curata da Marina Pizziolo con opere scultoree di Katja Loher (Zurigo, 1979) e Dario Tironi (Bergamo, 1980).

L’esposizione da Kromya Art Gallery, aperta al pubblico dall’8 agosto al 30 settembre 2023, sarà ufficialmente inaugurata giovedì 7 settembre 2023, alle ore 18.30, alla presenza degli artisti e della curatrice.
Visitabili in parallelo (la mostra promossa dal Comune di Malcesine prosegue fino al 29 ottobre 2023), le due sedi offrono una diversa prospettiva sul lavoro dei due autori, accomunati dalla stessa appassionata battaglia per la difesa dell’ambiente.

Se a Malcesine sono esposte opere a carattere monumentale, a Verona sono presentati lavori di dimensioni più contenute: sette video sculture in vetro soffiato di Katja Loher e sette sculture di Dario Tironi, capaci di stringere un confronto visivo ancora più diretto e coinvolgente.

Scrive Marina Pizziolo: «Katja Loher e Dario Tironi, con linguaggi diversi, senza sit-in aggressivi, senza incursioni vandaliche, riescono a farci sentire che l’arte non è l’oggetto da imbrattare, il simulacro da violentare per ottenere più che altro i quindici minuti di notorietà profetizzati da Warhol, ma un canto prezioso che l’umanità può ancora elevare per raccontare la vita e il suo mistero».

La difesa dell’ambiente assume nelle video sculture di Katja Loher le forme di un’ispirata magia. Partendo da verità scientifiche l’artista riesce a dare vita a opere d’arte che si servono di un linguaggio estetico magnetico e suggestivo, capace di far scivolare l’osservatore in un mondo di stupefacente bellezza. Per dare forma alle sue video sculture, un mix di vetro soffiato e monitor, Loher parte dall’osservazione di fotografie e visioni al microscopio del plancton, alle quali sovrappone complesse coreografie. I corpi di uomini e donne, ripresi dall’alto, danno vita a una danza che simula il movimento di elementi microscopici, fluttuanti e vivi.

«Katja Loher – si legge nel testo di Marina Pizziolo – ci conduce così in un viaggio incantato alla scoperta delle meraviglie della natura, di forme di vita invisibili ai nostri occhi, ma capaci di racchiudere in sé un mondo caleidoscopico, un “miniverso” onirico e ipnotico».

Dario Tironi è un artista che lavora sulla poetica dei rifiuti, «facendoci scoprire la bellezza del dismesso, dello scarto, dell’inutile», scrive Marina Pizziolo. «Gli oggetti più disparati – elettrodomestici, giocattoli, contenitori –, composti in un mosaico tridimensionale che ripercorre le forme della statuaria classica, diventano nasi, bocche, braccia e gambe. Un coraggioso “Arcimboldo tecnologico” che ci porta alla scoperta della vita segreta delle cose».

L’inaugurazione della mostra di Kromya Art Gallery, realizzata in collaborazione con il Comune di Malcesine, sarà anticipata dalla presentazione del catalogo, in programma sabato 2 settembre a Malcesine. Un libro aumentato, ossia digitale, ma arricchito da contenuti video, pubblicato da EdiXion, la casa editrice multimediale di Artconsulting.net: https://artconsulting.net/it/edixion/memorie-dal-futuro-it/.
Ideatrice e curatrice delle due mostre è Marina Pizziolo (https://artconsulting.net/it/marina-pizziolo-it/), critica d’arte con una lunga esperienza internazionale.

Kromya Art Gallery Verona è aperta al pubblico da martedì a domenica con orario 10.00-12.30 e 16.00-19.30, chiuso lunedì (possibilità di visite su appuntamento: M. +39 339 4166956). Ingresso gratuito. Per informazioni: T. +39 045 9788842, riccardo@kromyartgallery.com, info@kromyartgallery.com, www.kromyartgallery.com, www.instagram.com/kromya_art_gallery, www.facebook.com/Kromyartgallery.

CSArt


Numero Corrente

Materia Solida

Nello stato solido i costituenti della materia sono legati da forze molto intense che consentono soltanto moti di vibrazione attorno a posizioni di equilibrio; Dalle avanguardie del novecento ad oggi il pensiero creativo ha trasformato la materia in un elemento magico,, talvolta disturbante, ma sempre adatto per una visione sensibile del mondo, che sia reale o immaginario.

15 Settembre 2022

Rubriche

Occhio sul mondo

Uno sguardo sugli eventi internazionali

In Biennale

LA BIENNALE DI VENEZIA 2022 - I PROTAGONISTI


Richiedi informazioni

Katja Loher e Dario Tironi. Memorie dal Futuro